La persecuzione dei Rom e Sinti raccontata da Santino Spinelli nel documentario “Porrajmos. Parole e Musica” stanotte in onda su RaiTre

locandina porrajmos

Andrà in onda in anteprima stanotte, all’1.10, su Rai Tre nel programma Magazzini Einstein, il documentario Porrajmos. Parole e Musica di Fabio Parente, Matteo Parisini e Luca Ricciardi, che racconta, attraverso la memoria e la musica del noto musicista rom Santino Spinelli, la persecuzione nazifascista dei Sinti e dei Rom durante la seconda guerra mondiale.

Il documentario è stato prodotto da Arianna Iachetti per il Circolo “Gianni Rodari” onlus

Sinossi
Santino Spinelli, rom abruzzese, musicista, poeta, docente universitario, lavora all’opera musicale che va elaborando ormai da molti anni: “Porrajmos”. A partire dalle testimonianze di suo padre e di altri Rom e Sinti italiani perseguitati durante la seconda guerra mondiale, Santino compone un’ora di musica e parole capace di restituire il dramma dimenticato di un intero popolo che ha pagato, tra il 1940 e il 1945, un prezzo altissimo ai deliri del nazifascismo: 500.000 morti in tutta Europa. Un dramma che, per certi versi non si è concluso con la fine della Seconda Guerra mondiale. I campi nomadi di oggi sono, come dice Santino ai suoi studenti, una inaccettabile forma moderna di segregazione razziale, un lascito ideologico di quel fascismo che internò migliaia di Rom negli oltre 80 campi di concentramento presenti sul territorio italiano.



Condividi