Connect with us

FUORI ORARIO

Stanotte su Rai 3 (Fuori Orario) alle 01,55 Anno Uno di Roberto Rossellini

Roberto Rossellini mette in scena un arco storico che va dal 1944 al 1954, cioè da quando a Roma si attendono gli Alleati al momento in cui Alcide De Gasperi si ritira a Selva di Grigno. Il regista imposta un discorso storico "didattico" sul periodo travagliato e fondamentale per l'Italia, costituito dai primi anni successivi alla fine della guerra

Publicato

il

Stanotte su Rai 3 (Fuori Orario) alle 01,55 Anno Uno, un film del 1974 diretto da Roberto Rossellini, basato su appunti biografici di Alcide De Gasperi. Il film si snoda nel periodo che va dal 1944 al 1954, cioè da quando a Roma si attendono con ansia gli Alleati al momento in cui l’uomo politico, dopo il congresso DC di Napoli da cui esce pressoché sconfitto, si ritira a Selva di Grigno. In questo suo penultimo film, che rientra a pieno titolo nel genere neorealistico, Roberto Rossellini imposta un discorso storico “didattico” sul periodo travagliato e fondamentale per l’Italia, costituito dai primi anni successivi alla fine della guerra, attraverso le vicende e il pensiero di uno dei leader politici più prestigiosi dell’epoca. Con Luigi Vannucchi, Dominique Darel, Rita Calderoni.

Sinossi
Roma, 1944. Con l’attentato di Via Rasella e la successiva rappresaglia tedesca la capitale vive gli ultimi drammatici momenti dell’occupazione nazista: Gli uomini dei partiti antifascisti, riuniti nei Comitati di Liberazione, tessono la trama dei futuri organismi politici democratici. Fra questi uomini emerge Alcide De Gasperi, destinato a diventare il primo leader dell’Italia libera. Dai primi contatti clandestini con Amendola, Bonomi, ecc., all’arrivo degli alleati, all’apparizione di Togliatti, al governo Parri, al suo primo Gabinetto, all’estromissione delle sinistre dal governo, al grande scontro frontale del 18 aprile 1948 e all’attentato a Togliatti, la personalità di De Gasperi emerge sempre più chiaramente: egli gestisce ininterrottamente la politica italiana. Poi, l’inizio del declino: la battuta d’arresto delle elezioni del ’53, il congresso di Napoli della DC nel ’54. De Gasperi è definitivamente emarginato? Nessuno potrà più dirlo: in quello stesso anno egli muore, improvvisamente.

La forte prevalenza del monologo narrativo e descrittivo fa di questo di Anno Uno di Roberto Rossellini una dettagliata lezione sulla nascita dell’Italia repubblicana, dalla vigilia della Liberazione all’indomani delle prime elezioni politiche. Al centro, la figura di Alcide De Gasperi ed il suo pensiero sul patto democratico e sulla questione comunista: una visione della vita pubblica dai contorni netti, ma moderata nelle scelte, improntata alla mediazione e al realismo, oltre che ad una rivisitazione laica della tradizione cattolica italiana. L’antistatalismo in economia e l’europeismo filoamericano in politica estera sono i capisaldi di una concezione politica radicata nel senso morale ed orientata ai bisogni del popolo. In quest’opera il documento fa da copione ed il saggio da modello alla sceneggiatura, causando un generale appiattimento su un tono prettamente didascalico. Tuttavia, la profondità analitica della ricostruzione e la qualità letteraria della parola degasperiana compensano ampiamente la mancanza di spessore drammatico.

  • Anno: 1974
  • Durata: 125'
  • Genere: Biografico
  • Nazionalita: Italia
  • Regia: Roberto Rossellini