fbpx
Connect with us

RIVEDIAMOLI

Vincere al Casino come in Ocean 13

La saga ha a che fare con un gruppo di “criminali” capeggiati dal Mr. Ocean, che cospirano ed elaborano piani complessi ai danni di lussuosi casino di Las Vegas. Il terzo capitolo, mette sul piatto uno dei temi più affascinanti del genere: vincere al casino, usando trucchi e piani ben elaborati.

Publicato

il

Ocean’s Thirteen, film del 2007, è il terzo capitolo della trilogia ambientata nel mondo dell’azzardo, dove l’obiettivo è vincere al casino, in modi spettacolari. Las Vegas è lo scenario dei vari capitoli, questo in particolare, ha un cast ancora più stellare dei precedenti, se possibile. È un piacere vedere sullo schermo attori del calibro di George Clooney, Brad Pitt, Al Pacino, Matt Demon, Andy Garcia, Vincent Cassel e tanti altri.

La saga ha a che fare con un gruppo di “criminali” capeggiati dal Mr. Ocean, che cospirano ed elaborano piani complessi ai danni di lussuosi casino di Las Vegas. Il terzo capitolo, mette sul piatto uno dei temi più affascinanti del genere: vincere al casino, usando trucchi e piani ben elaborati.

La trama parte dal desiderio di rovinare, per questioni di vendetta, William Bank, svaligiando il suo casino. Ma come abbiamo già accennato non è una rapina, quella pianificata dal gruppo. Questa volta, con trucchi vari, elaborati da geni dell’informatica ed esperti di vari settori, si mira a vincere, e sbancare il casino. Ad esempio, il personaggio di Virgin Malloy, interpretato da Casey Affleck, si recherà fino in Messico. L’obiettivo è quello di introdursi nella fabbrica dei dadi, usati nel casino, per truccarli!

Sognare in grande e vincere ai casino alla maniera dei Thirteen

Vincere al casino alla maniera dei Thirteen non ha a che fare con il semplice barare, o con trucchi come contare le carte. Ad esempio, un altro personaggio, si occupa di truccare le macchinette adibite a mescolare i mazzi di carte usate nel blackjack.

A contrastare l’azione del gruppo però, è un sistema di sicurezza. Come accade nei veri casino di Las Vegas e del mondo, i giocatori vengono tenuti d’occhio. E se cominciano a vincere al casino in maniera sospetta, lo sono ancora di più. Il casino in questione è dotato di un sistema di controllo che si occupa di analizzare proprio le reazioni dei giocatori. Questo è in grado ad esempio di individuare i bari. Tale sistema si rivela impossibile da crackare, rappresentando un ostacolo insormontabile.

Ma gli assi nella manica del gruppo sono tanti, e a un certo punto, riescono a mettere i computer del casino fuori uso. Approfittando della situazione tre personaggi della gang cominciano a scommettere e vincere contro il casino somme elevatissime. Alla fine del film una bella parte del malloppo, ossia 70 milioni finiscono in beneficenza, una sorta di lieto fine con una strizzatina d’occhi al politically correct.

Il sogno di imbrogliare e vincere contro i casino

La pellicola si conclude con uno dei personaggi “sfortunati” che recupera alla grande. Accade quando Rusty, interpretato da Brad Pitt, gli fa vincere al casino ben 11 milioni giocando alla slot machine.

Oltre al cast stellare, al senso di avventura e all’ironia che permea tutto il film, Ocean’s Thirteen incarna un sogno comune. Quello di vincere al casino, anche barando.

Se in genere l’attività di imbrogliare e barare ha in prevalenza una connotazione negativa, quando si tratta di casino le cose cambiano. Strutture come i casino di Las Vegas sono viste come fabbriche di soldi, appartenenti a miliardari. Imbrogliare contro di loro, non genera sensi di colpa. Vincere alle slot, sbancare alla roulette, è il sogno di molti. Elaborare sistemi per farlo è un qualcosa che ha una componente di fascino indiscussa. L’elaborazione stessa di sistemi ingegnosi per imbrogliare una slot machine, oppure vincere alla roulette, è un concetto esaltante. Rubare ai casino, con l’ingegno, è un’azione che lungi dall’essere condannata, suscita soddisfazione e ammirazione. In fondo è un po’ come restituire ai giocatori, i soldi che gli vengono portati via in abbondanza ogni giorno. È come rubare ai ricchi per dare ai poveri, e così via…

Registrati per ricevere la nostra Newsletter con tutti gli aggiornamenti dall'industria del cinema e dell'audiovisivo.