Pet Sematary, il remake di Cimitero Vivente, tratto dall’omonimo romanzo di Stephen King

A trent’anni esatti dall’uscita di Cimitero Vivente, diretto da Mary Lambert nel 1989, arriva nelle sale italiane Pet Sematary, l’atteso remake del film tratto dall’omonimo romanzo di Stephen King, questa volta realizzato dai registi Kevin Kolsch e Dennis Widmyer

  • Anno: 2019
  • Durata: 101'
  • Distribuzione: 20th Century Fox
  • Genere: Horror
  • Nazionalita: USA
  • Regia: Kevin Kölsch, Dennis Widmyer
  • Data di uscita: 09-May-2019

A trent’anni esatti dall’uscita di Cimitero Vivente, diretto da Mary Lambert nel 1989, arriva nelle sale italiane Pet Sematary, l’atteso remake del film tratto dall’omonimo romanzo di Stephen King, questa volta realizzato dai registi Kevin Kolsch e Dennis Widmyer, i quali hanno deciso di modificare una parte della trama della fonte letteraria. Certo, rifare un film di successo può avere i suoi pro e contro, come è capitato con il remake di It, il quale ha ottenuto larghi consensi da parte della critica e del pubblico.

Pet Sematary, invece, si rivela deludente: chi ha amato il lungometraggio della Lambert non ritrova in questo remake la suspense e il terrore della precedente versione. La meravigliosa fotografia e le ottime interpretazioni di Jason Clarke e John Lithgow non bastano a salvare un film che non riesce a coinvolgere fino in fondo lo spettatore, nonostante siano presenti molti elementi per cercare di terrorizzarlo. La prima parte ci introduce a quella che sarà la causa scatenante che dominerà la seconda parte del film con protagonista Church, il grazioso gattino di Ellie, l’artefice degli eventi che porteranno a drammatiche conseguenze per la famiglia Creed.

Se nella versione diretta da Mary Lambert era lo stesso King a firmare la sceneggiatura, qui troviamo Jeff Buhler e David Kajganich, che hanno apportato delle modifiche a quello che era il romanzo scritto dal re del brivido nel 1983. Non è facile adattare un romanzo considerato tra i migliori scritti dal romanziere di Bangor; la versione cinematografica del 1989 era intrisa di terrore (merito anche della colonna sonora presente nei titoli di testa ), grazie anche alle meravigliose interpretazioni degli attori, tra cui spiccavano in modo preponderante quelle di Dale Midkiff e di Denise Crosby; anche i terrificanti ricordi di Rachel riguardante Zelda, la sorella deforme di Rachel erano capaci di terrorizzare lo spettatore.

Per chi si aspettava un remake capace di superare la versione cinematografica del 1989 resterà deluso: Pet Semetary è un horror pensato per il grande pubblico che avrebbe potuto osare di più, ma che purtroppo non lo ha fatto.

GUARDA IL TRAILER >>

Utlima modifica: 10 maggio, 2019



Condividi