Tutte le Mie Notti, il buon esordio alla regia di Manfredi Lucibello, con Barbora Bobulova e Alessio Boni

Girato con notevole perizia estetica e narrativa, Tutte le Mie Notti di di Manfredi Lucibello è una più che dignitosa opera prima di un regista che manifesta già un talento non indifferente

  • Anno: 2018
  • Durata: 81'
  • Distribuzione: 102 Distribution
  • Genere: Drammatico
  • Nazionalita: Italia
  • Regia: Manfredi Lucibello
  • Data di uscita: 28-March-2019

Un film di genere, prodotto da Manetti Bros. e da Carlo Macchitella, fra thriller psicologico e fotografia di un particolare contesto socio-antropologico del nostro Bel Paese: questi gli ingredienti di Tutte le Mie Notti, un piccolo ma ben confezionato esordio al lungometraggio del regista fiorentino Manfredi Lucibello, classe 1984. Il racconto di una notte – oscura e piena di colpi di scena – che cambierà la vita di almeno quattro persone è al centro del film, ove si incontrano, apparentemente per caso, due donne profondamente diverse fra loro, Sara, una bellissima diciassettenne che nasconde un inconfessabile segreto (la giovane attrice Benedetta Porcaroli, nota al grande pubblico per la serie TV Tutto può succedere e per il film Perfetti Sconosciuti), e Veronica, un’avvocatessa quarantenne (una sempre brava Barbora Bobulova in un ruolo velato di mistero e malinconia) che ha dedicato tutta la sua vita al lavoro come legale in un’azienda tessile, sacrificando per vent’anni vita privata e autodeterminazione all’altare dell’impresa e celando i suoi veri sentimenti per il principale, Federico Vincenti, già sposato e con figli (Alessio Boni, come spesso accade, nella parte del bello e maledetto). Quando la crisi del settore tessile si fa sentire, per salvare l’azienda Federico è disposto a tutto, anche a passare sopra a un omicidio o, ancora meglio, adutilizzarlo come moneta di scambio. In un mondo tanto incerto, dove il desiderio, il successo e il dio denaro sembrano muovere i fili delle vite umane, resta ancora uno spiraglio per l’etica e la coscienza? La risposta sarà affidata alle decisioni e alle scelte dei protagonisti, in particolare a quelle delle due donne.

Sono partito dagli elementi tipici del film di genere – afferma il regista – per cercare di raccontare uno spaccato del nostro paese: così è nato Federico Vincenti, uno dei tanti imprenditori messi in ginocchio dalla crisi che ci colpisce, e doveva essere lui il vero protagonista ma, mentre scrivevo, le vite di Sara e Veronica sono entrate prepotentemente nella storia, spogliandosi a poco a poco delle maschere che avevo affidato loro. Mi sono trovato così, inevitabilmente, ad affidare il destino di questa notte al loro inaspettato incontro e tutto ha cambiato prospettiva. All’intreccio tipico del thriller si sono unite le rivelazioni delle due donne, il cui insperato sodalizio permetterà loro di uscire, in un certo senso, da un incubo”.

Girato con notevole perizia estetica e narrativa, il film è una più che dignitosa opera prima di un regista che manifesta già un talento non indifferente, attraverso l’uso dei primi piani, dei movimenti di macchina e della cura introspettiva dei personaggi, affidata ad attori di mestiere. Il film è distribuito da 102 Distribution.

GUARDA IL TRAILER >>

Utlima modifica: 23 marzo, 2019



Condividi