Russian Doll: morire a ripetizione

La nuova commedia nera di Netflix gioca col metafisico e la psicologia

Che cos’è: Russian Doll è una commedia nera originale Netflix, composta da otto episodi della durata di venti minuti e incentrata sull’identità di una donna che è costretta a rivivere il giorno del suo compleanno per cause ignote.

Il pilot: il labirinto metafisico da “giorno della marmotta” incontra la disamina psicologica di un personaggio femminile spigoloso e cinico, che si guarda allo specchio con la stanchezza di una matrioska che non capisce se stessa: per cercare motivazioni e per non annegare nei dolori di una vita che a trentasei anni sembra solo diretta verso la sofferenza quotidiana e la noia esistenziale. L’umorismo nero disseziona le psicologie e il format da venti minuti metabolizza alla perfezione le continue ripetizioni.

Aspettative al varco: autopsia psicologica pungente capace di piegare la forma ai fini dell’esaltazione del contenuto o giochino condannato a ripetere alcune facilonerie in continuazione?

GUARDA IL TRAILER >>

Utlima modifica: 1 febbraio, 2019



Condividi