Sabato 10 novembre, la Compagnia Nazionale di Danza Storica ha celebrato a Roma il tradizionale Gran Ballo di Sissi

GRAN BALLO DI SISSI: L’OMAGGIO DELLA CITTÀ ETERNA ALL’ITALIA ROMANTICA

 

“Anche quest’anno la “magia” si è ripetuta: sabato 10 novembre, la Compagnia Nazionale di Danza Storica ha celebrato a Roma il tradizionale Gran Ballo di Sissi, in omaggio non solo al mito della principessa austriaca ma anche al fervore culturale dell’Italia dell’epoca che ancora oggi fa eco nella società odierna”. Nino Graziano Luca, presidente della Compagnia, ha annunciato così la data dell’attesa serata annuale nella Città eterna. Gli eleganti saloni di Palazzo Brancaccio – l’ultimo del Patriziato Romano – hanno accolto oltre duecento ballerini e ospiti in costume dell’800, che a passo di danza hanno dato vita a uno spettacolare crescendo di valzer, quadriglie, contraddanze, polche e mazurche. Tra i balli eseguiti: Valzer dell’Imperatore, Vita D’Artista, Rose Dal Sud, Voci di Primavera, Valzer a la Paganini, Myrthen Kranze, Fesche Geister e tanti altri.

Quest’anno Sissi è stata interpretata magistralmente da Michelle Carpente una delle più talentuose attrici e conduttrici televisive italiane. A rivestire i panni di Francesco Giuseppe, invece, è stato l’attore e cantante Danilo Brugia diventato popolare grazie al ruolo di Stefano della Rocca, interpretato nella soap opera di Canale 5, CentoVetrine. Gli abiti di Sissi e Franz sono stati realizzati da Marco Di Lauro. Tra gli ospiti presenti i ballerini russi Elana Anosova e Egor Anosov, la conduttrice del tg1 Adriana Pannitteri e il Principe Guglielmo Marconi.

La serata ha avuto inizio nel bellissimo Parco Naturale tra ruderi romani, fontane e piante secolari; poi gli ospiti sono stati accolti nelle splendide sale del Palazzo, le stesse dove la principessa Mary Elisabeth Field, moglie del principe Salvatore Brancaccio, organizzava sontuose feste da ballo anche in onore del Re Umberto di Savoia.

«Più di centosessant’anni dopo i sentimenti sono cambiati – afferma il presidente Nino Graziano Luca – oggi il mito di Sissi, incarnato soprattutto nel volto cinematografico di Romy Schneider, è davvero acclamato con affetto».



Condividi