Hotel Transylvania 3 – Una vacanza mostruosa: il nuovo capitolo delle avventure del Conte Dracula diverte ed emoziona

hoteltransylvania3_concorso_moviedigger-e1531845002794

Ritornano le avventure di Dracula con Hotel Transylvania 3 - Una vacanza mostruosa. La storia riprende esattamente nel solito hotel del Conte Dracula che, stanco del lavoro e della solitudine, sogna di riprovare il sentimento dell’amore

  • Anno: 2018
  • Durata: 97'
  • Distribuzione: Warner Bros Italia
  • Genere: Animazione
  • Nazionalita: USA
  • Regia: Genndy Tartakovsky
  • Data di uscita: 22-August-2018

Ritornano le avventure di Dracula con Hotel Transylvania 3 – Una vacanza mostruosa. La storia riprende esattamente nel solito hotel del Conte Dracula che, stanco del lavoro e della solitudine, sogna di riprovare il sentimento dell’amore. Vedendo il padre in difficoltà, Mavis decide di fargli un regalo, una vacanza assieme a tutta la grande famiglia dell’hotel. Restio a partire, il Conte si finge entusiasta per non scoraggiare sua figlia e, dopo un estenuante viaggio in aereo, arriva alla destinazione, ovvero alla prima Crociera Mostruosa con destinazione finale la città di Atlantide. Ad attenderlo c’è il capitano della nave, l’umana Erika, amante dell’avventura e dei mostri!

In Hotel Transylvania 3 – Una vacanza mostruosa vediamo i protagonisti staccarsi dalla routine dell’hotel per immergersi, letteralmente, in un ambiente in cui per la prima volta sono loro stessi gli ospiti. Dopo il fortunato sequel c’era il rischio di ‘imbarcarsi’ in un’inutile terza vicenda e, invece, l’optare per tale cambio di prospettiva rende buona questa nuova parte della vicenda. Vedere i personaggi che già si conoscono alle prese con valigie, equipaggio e altri mostri, regala non pochi sorrisi. Frankestein, Wayne e Griffin rimangono la certezza comica della vicenda, ma chi continua a conquistare il cuore dello spettatore è sempre Dracula.
Il Conte è alle prese con una nuova evoluzione, con il sentimento dell’amore. Finalmente incontra qualcuno che, dopo tanto tempo, gli regala sensazioni che temeva di aver perduto, donando alla trama una svolta comico-esistenziale. È la bella Erika, l’oggetto del suo desiderio ma, come ogni favola insegna, non è tutto oro quello che luccica e il colpo di scena è dietro l’angolo. Presentata come una donna fin troppo attratta dalle particolarità del mondo dei mostri, il capitano della nave nasconde un segreto che, probabilmente, i fan della saga apprezzeranno. Gli sceneggiatori hanno avuto la giusta intuizione di mostrare non solo i buffi tentativi di corteggiamento del Conte ma anche lo scioglimento del piano di Erika che – ovviamente – omettiamo di svelare.

Orientato verso lo spiazzante epilogo e il crescendo finale, Hotel Transylvania di Genndy Tartakovsky dimostra le tante sfaccettature che l’amore può assumere: in questo caso si parla di amore paterno, in quanto la preoccupazione più grande del vampiro è quella di provocare un dolore in Mavis, innamorandosi di una donna così lontana dalla madre. Il dipanarsi tra corteggiamento e famiglia e le scenette ilari con gli amici finisce con l’allungare un po’ troppo la trama, che però scorre, anche grazie alla scelta di una perfetta colonna sonora.

Simona Grisolia



Condividi