fbpx
Connect with us

Festival di cinema

Al via RIFRAZIONI Festival delle Arti Contemporanee di Anzio e Nettuno 2010

Rifrazioni, Festival delle Arti Contemporanee di Anzio e Nettuno, realizzato dall’Associazione Cercle, promuove la performance e la live art, la danza, la ricerca musicale e le arti visive attraverso interventi site-specific e cioè concepiti in relazione ad uno spazio specifico, nei luoghi storici e pubblici del territorio.

Pubblicato

il

Rifrazioni

Per vedere una città non basta tenere gli occhi aperti. Occorre per prima cosa scartare tutto ciò che impedisce di vederla, tutte le idee ricevute, le immagini precostituite che continuano a ingombrare il campo visivo e la capacità di comprendere. Poi occorre saper semplificare, ridurre all’essenziale l’enorme numero d’elementi che ad ogni secondo la città mette sotto gli occhi di chi la guarda, e collegare i frammenti sparsi in un disegno analitico e insieme unitario…

Italo Calvino Gli dèi della città

Rifrazioni, Festival delle Arti Contemporanee di Anzio e Nettuno è alla sua 5ª edizione. Il Festival, , in programma dal 29 luglio al 1° agosto e realizzato dall’Associazione Cercle, promuove la performance e la live art, la danza, la ricerca musicale e le arti visive attraverso interventi site-specific e cioè concepiti in relazione ad uno spazio specifico, nei luoghi pubblici e di interesse culturale del territorio di Anzio e Nettuno: Parco Archeologico Villa di Nerone, EX Divina Provvidenza, Porto di Anzio, Stazione ferroviaria di Nettuno, Forte Sangallo, Lido dei Pini.

Il Festival è realizzato attraverso una residenza artistica della durata di circa un mese (5-28 Luglio) in cui gli artisti internazionali, ospiti presso la Scuola Media Statale Giovanni Falcone di Anzio, concepiscono opere d’arte inedite ispirate al territorio, che vengono poi presentate gratuitamente nei luoghi del Festival, durante le giornate comprese tra il 29 Luglio e il 1 Agosto. Il Festival è dunque il risultato di un percorso collettivo, è la messa in scena, in luoghi pubblici, di ciò che viene prodotto durante la Residenza.

Quest’anno all’interno del percorso di residenza saranno realizzati dei laboratori aperti che coinvolgeranno attivamente la popolazione locale. La residenza aperta è il tentativo di Rifrazioni di radicarsi maggiormente sul territorio. La popolazione di Anzio e Nettuno si fa quindi destinataria e protagonista dei percorsi e delle creazioni che gli artisti realizzano, diventando parte attiva del processo creativo. Durante il mese di Luglio Anzio e Nettuno si trasformeranno in uno spazio creativo finalizzato a risvegliare la partecipazione alla vita pubblica attraverso le pratiche artistiche contemporanee. Rifrazioni è perciò una modalità nuova di relazionarsi con lo spazio della quotidianità.

Un contributo significativo a tale visione condivisa è dato da Amaro Ammore di Canio Loguercio, primo raduno poetico itinerante in Italia, avente come oggetto la raccolta di ‘suppliche d’amore’ tra gli abitanti di Anzio e Nettuno. Il progetto si concluderà il 31 Luglio presso la Divina Provvidenza, con una performance di grande portata che vedrà la partecipazione di noti poeti e musicisti e di varie associazioni locali. Segue la residenza aperta del collettivo Leibniz (GB) e del collettivo mmmm (Cile /GB). Il collettivo Leibniz, in collaborazione con il musicista Howard Haigh, dirigerà delle sessioni di produzione di bambole realizzate con materiali riciclati, il workshop Guys&Dolls. Gli oggetti creati saranno distribuiti nei giorni del Festival in momenti pubblici e segreti. Il collettivo mmmm (GB/Cile) invece propone un progetto finalizzato ad elaborare attraverso i racconti della popolazione e i calchi dei loro corpi la memoria collettiva dei luoghi.

Quest’anno un importante appuntamento in residenza è Il workshop Becoming an image di Manuel Vason (IT/GB) rinomato fotografo e live artist, la cui ricerca si attua nella scoperta delle varie possibilità espressive del corpo umano e del paesaggio che lo contiene (12-18 Luglio). Vason ha lavorato con performers e danzatori come Stuart Brisley, Jorg Muller, Jilles Giobin, Sasha Waltz.

Tra gli artisti invitati al Festival anche Blu, artista visivo conosciuto in tutto il mondo, che fonde nella sua pratica artistica la street art e l’animazione; il Collettivo Cinetico gruppo di giovani danzatori e performers che irromperanno il 30 Luglio nelle strade e nelle piazze di Anzio e Nettuno con una serie di momenti performativi d forte impatto visivo; Fabrizio Crisafulli regista, video artista e ideatore del progetto “teatro dei luoghi”; Pino Genovese scultore e installatore che interverrà il 1 Agosto a Lido dei Pini con un azione al limite tra Land Art, scenografia e fotografia; Filibert Tologo (CH) danzatore di origine africana che lavora sul recupero delle origini attraverso la danza; il Collettivo Angelo Mai e Blue Motion che il 29 Luglio, presso il Parco Archeologico – Villa di Nerone, si esibiranno in una performance musicale con la partecipazione di Roberto Dell’Era (Afterhours) e Andrea Pesce (Tiromancino, Carmen Consoli) e ancora Greenstone Group (GB), Teatro delle Albe (IT), Cyril Vandenbeusch (CH), Roberto Sánchez-Camus (Chile/USA) e Olivier Ruellet (FR/GB).

Il Festival è realizzato con il contributo dell’Assessorato alle politiche culturali della Provincia di Roma e della Regione Lazio, Assessorato Cultura, Arte e Sport patrocinato dal Comune di Anzio e di Nettuno sponsorizzato da s.p. Polverini e Lido Garda ed in collaborazione con l’Associazione Biriciclabile, Macromundi, Angelo Mai, Dinosaurus, Legambiente, Circolo Anzio-Nettuno Le Rondini.

Gli appuntamenti:

29 Luglio – Parco Archeologico Villa di Nerone Anzio e Borgo Medievale Nettuno

30 Luglio – Porto di Anzio

31 Luglio – Stazione FS Nettuno

1 Agosto – Lungomare Lido dei Pini  e tavola rotonda – arte e territorio.

29/30/31 Luglio- 1 Agosto – Ex Divina Provvidenza

Per informazioni:
Rifrazioni

Registrati per ricevere la nostra Newsletter con tutti gli aggiornamenti dall'industria del cinema e dell'audiovisivo.