restless

FESTIVAL DI CANNES 2011: “Restless” di Gus Van Sant (Un Certain Regard)

FESTIVAL DI CANNES 2011: lo si attendeva da un pezzo il ritorno di Gus Van Sant, il maestro dei piani sequenza infinti, lenti che bucano lo schermo, collocandosi in fuori campo anarchico e visionario. Dopo aver trionfato nel 2003 sempre a Cannes con lo sconvolgente Elephant, e dopo la parentesi di Milk, biopic che valse l’Oscar come migliore attore a Sean Penn, il regista americano torna a calcare la croisette e, anche stavolta, cambia registro, se non altro dal punto di vista formale, costruendo un film decisamente atipico, discutibile, coraggioso.

una-tenera-sequenza-con-alex-pettyfer-e-vanessa-hudgens-nel-film-beastly-162912

Beastly

“Un film prodotto e costruito per un pubblico adolescenziale: giovani che ascoltano Lady Gaga e mangiano gelatine, come i protagonisti del film. Purtroppo, nulla di più!”

lochlainn-o-mearain-nel-film-holy-water-194303

Holy Water

“Questa divertente commedia trae ispirazione dalla reale presenza sul territorio irlandese degli stabilimenti dell’azienda farmaceutica americana Pfizer, famosa per la produzione del Viagra….”

tutti-al-mare-con-marco-giallini-165160

Tutti al mare

Ispirata a “Casotto” di Sergio Citti, la commedia corale di Matteo Cerami uscirà nelle sale italiane l’11 marzo 2011.

Labandadeltrucido

La banda del trucido (dvd)

VIDEODRHOME. Questa volta parliamo de La banda del trucido (1977) di Stelvio Massi, seconda pellicola in cui il mitico “cubano de Roma” Tomas Milian veste i panni del simpatico ladruncolo soprannominato Monnezza, qui affiancato da Luc Merenda nel ruolo di un commissario di polizia. Rubrica a cura di Francesco Lomuscio

un-immagine-di-gru-protagonista-full-optional-di-cattivissimo-me-143916

Cattivissimo me

«”Cattivissimo me” è un film d’animazione che non deluderà i più piccini e che regalerà agli adulti un’ora e mezza di brioso intrattenimento».

una-scena-ormai-mitica-riproposta-nel-nuovo-nightmare-143967

Nightmare

«L’esordiente Samuel Bayer si accomoda in cabina di regia per dirigere il nuovo “Nightmare”, ma dell’archetipo fiabesco riconducibile all’originale rimane davvero poco».

comingsoonfilm

Coming soon

«Interessante esordio alla regia di Sophon Sakdaphisit, con un film probabilmente influenzato dalla visione di “Demoni” del nostro Lamberto Bava».

catalina-saavedra-in-un-immagine-inquietante-del-drammatico-la-nana-the-maid-152477

Affetti e dispetti (La nana)

“Sebastian Silva mette in scena un interessante psicodramma domestico che vede coinvolti i membri di una benestante famiglia cilena e Raquel, da ventitré anni impiegata in qualità di governante”.

E-la-terra-prese-fuoco

E la terra prese fuoco (dvd)

E La terra prese fuoco di Val Guest si pone in un contesto molto vicino a quello di un film catasrofico, potendo vantare di esserne una sorta di precursore. Infatti il film pone uno sparuto numero di cittadini alle prese con un inspiegabile aumento di calore che modifica le vite dei singoli cittadini fino a mettere in discussione le sorti dell’umanità.

un-immagine-suggestiva-tratta-dal-film-donne-senza-uomini-147928

Donne senza uomini

“In Iran, il 16 Agosto del 1953, un colpo di stato organizzato dalla CIA, e appoggiato dai britannici, depose il primo ministro Mossagedh, democraticamente eletto……”

a-single-man-review

A single man

“È il 1962, i missili russi a Cuba minacciano il benessere statunitense e George Falconer (Colin Firth), professore universitario di cinquantadue anni, vive un profondo lutto dovuto alla perdita del compagno…”

dawn1_web

L’alba del mondo (Med Film Festival 2009)

“Selezionato all’interno della sezione “Le regard des autres” del MFF, “L’alba del mondo” di Abbas Fahdel è un interessante film che si cimenta con lo stato di guerra permanente presente in Iraq dagli anni ottanta fino ai nostri giorni.”

Amore tossico

Amore tossico

L’iperrealismo di Amore tossico (1983) non trova a tutt’oggi equivalenti che possano accostarvisi per intensità e profondità d’osservazione. Crudezza delle immagini a parte, Caligari è riuscito a rappresentare con nitidezza il microcosmo dei tossicodipendenti raccontandolo dall’interno. Da questa originale ricognizione emergono l’umanità e la sofferenza di uomini e donne avviluppati in una spirale vorticosa, quella

Irreversible

“Il tempo distrugge tutto”, il tempo è irreversibile. Per evidenziarlo, Gaspar Noè contraddice il leit motiv del suo film, prendendo il tempo e rovesciandolo attraverso una narrazione invertita.

La-doppia-ora-Ksenia-Rappoport-Filippo-Timi-Gaetano-Bruno-24_mid

La doppia ora

Unica opera prima italiana presentata in concorso all’ultimo Festival di Venezia, La doppia ora è un noir intimista che ben dialoga col genere mèlo.

Fuga dal call center F.Rizzo, D.Azzola, L.Bigazzi

Fuga dal call center

Il titolo del lungometraggio d’esordio di Federico Rizzo si presenta quale omaggio sia all’opprimente carcere di “Fuga da Alcatraz” di Don Siegel che al particolare humour di “Fuga dalla scuola media” di Todd Solondz.

Narciso - 01

Narciso (R.I.F.F. 2009)

“Testamento spirituale di Marcello Baldi, regista dalle forti radici cristiane morto a 85 anni poco dopo la fine delle riprese tra i suoi monti trentini, “Narciso”, è storia di tolleranza e sacrificio, tentativo disperato di riconquista d’un rapporto non conflittuale tra uomo e natura.”

O127A97S_pic

Signorina Effe

Wilma Labate firma la regia di Signorinaeffe: oscuro pezzo di storia tutta italiana caratterizzata da rivolte e instabilità popolare. Attraverso la confusa storia d’amore tra Emma (Valeria Solarino) e Sergio (Filippo Timi), la regista romana – da sempre solidale nel valorizzare sul grande schermo tematiche sociali – attualizza per le nuove generazioni, la crisi della Fiat del 1980 e ricostruisce la relativa marcia dei quarantamila.

Design by Danile Imperiali
^ Back to Top