Annie Parker

Annie Parker

Annie Parker è un film puro, intelligente a tratti quasi documentaristico e che non punta mai a voler romanzare gli avvenimenti e che si fa forte unicamente di due storie biografiche, alle quali non c’è bisogno di aggiungere nulla, e delle grandi interpretazioni delle due attrici protagoniste, Helen Hunt e Samantha Morton

Ritorno a l'Avana

Ritorno a l’Avana

Ottime le interpretazioni dei protagonisti: Jorge Perugorría, Isabel Santos, Fernando Hechevarria, Nestor Jimenez. Più una piece teatrale che un film

Non escludo il ritorno

Non escludo il ritorno

Un ritratto di un personaggio scomodamente inedito che ha sempre cercato uno spiraglio di allegria dalle vicende più amare, rimanendo se stesso pur allontanandosi dalla società che lo circondava. Il film è soprattutto una dedica a Califano da parte di Calvagna che, oltre ad essere stato un fan di vecchia data, è stato anche un personale amico; egli racconta la persona del Maestro nella stessa semplicità e nella sincerità in cui lui amava vivere

La danza della realtà

La danza della realtà

Jodorowsky è tornato dopo tanto tempo, ma gli anni passati non hanno scalfito la sua fantasia, la capacità di produrre immagini grottesche, forti, ma anche gioiose, poetiche, dotate di una forza che riesce sempre a penetrare l’occhio di chi guarda

The Salt of The Earth

Il sale della terra

Uno sposalizio senza precedenti, quello fra il regista tedesco Wim Wenders ed il brasiliano Sebastiao Salgado, uno dei fotografi più importanti di tutti i tempi, viaggiatore indefesso alla ricerca dell’uomo e della sua relazione con la natura fin nei meandri più remoti della Terra

#scrivimi ancora

#Scrivimi Ancora

“#Scrivimi Ancora” appassionerà i fan del genere, un po’ a digiuno di commedie romantiche vere e proprie, ma ha l’appeal giusto per richiamare in sala i più giovani, poco inclini a questo tipo di film ma attirati dal fascino dei due protagonisti.

andiamo-a-quel-paese

Andiamo a quel paese

Ancora troppo egocentrici e legati alla dimensione del palco da cui sono nati artisticamente per essere convincenti come esponenti della settima arte , Ficarra e Picone con “Andiamo a quel paese” sottolineano il bisogno di un ricambio generazionale in questa Italia, prima che l’unica eredità per i posteri non diventi davvero la pensione di mamma o papà

Guardiani della galassia

Guardiani della galassia

“Guardiani della galassia” è un film travolgente, che diverte e intrattiene con forza e strappa più di qualche risata e di qualche ricordo. Un viaggio nel tempo e nello spazio che ha tutti i difetti propri della scrittura di un cinecomic, ma che è gestito con così tanto brio che forse, nei limite del plausibile, davvero è un passo avanti verso qualcosa di più sostanzioso dell’eroe contro il cattivo

The judge

The Judge

Immensi nell’interpretazione, ed egregiamente diretti da David Dobkin, i due Bob del grande schermo (Duvall e Downey Jr.), attraverso serrati e sempre verosimili dialoghi e silenzi efficaci e funzionali, mettono in scena un lungo processo alle intenzioni e agli errori di una vita intera, uscendone entrambi colpevoli

class enemy

Class Enemy

Ottimo esordio per il giovanissimo regista sloveno Rok Biček, che dopo aver collezionato premi nei principali festival europei, porta nelle sale italiane il suo film drammatico “Class Enemy”

Io sto con la sposa

Io sto con la Sposa

“Io sto con la Sposa” è insieme il racconto della storia di un viaggio e un atto di disobbedienza civile

Amoreodio

Amoreodio

Tutti coloro che nutrono una particolare attenzione nei confronti della cronaca nera e nelle tante pagine che sono state scritte e si continuano quotidianamente a scrivere nel nostro Paese, riconosceranno con una certa facilità, nella sinossi di “Amoreodio”, i protagonisti e gli eventi di uno dei più efferati fatti di sangue che hanno tinto il recente passato

il-giovane-favoloso

Il giovane favoloso

Merito a Martone di aver scardinato il cliché di un Leopardi ai più sinonimo di pesantezza, rendendoci un italiano modernissimo nella sua chiave di lettura esistenziale con la quale confrontarsi e a partire dalla quale approfondire i suoi scritti

Piccole crepe, grossi guai

Piccole crepe, grossi guai

A prevalere è un ostinato attaccamento alla vita, in cui l’esperienza viva del dolore è ciò che permette agli autori di smarcarsi da una facile retorica che fa proseliti di speranza a vanvera, fornendo un credibile decorso degli eventi, nonostante i toni a tratti favolistici del film

Tutto può cambiare

Tutto può cambiare

Forte di un Premio Oscar vinto nel 2008 con “Once” per la Miglior Canzone, John Carney ci riprova a unire musica e romanticismo nel suo nuovo film “Begin Again – Tutto può cambiare”

Joe

Joe

L’ambiente allucinante e perverso di un piccolo paese della provincia americana fa da sfondo a questo film dove sembra che tutto concorra a rendere la vita delle persone senza speranza

perez.

Perez.

Presentato alla recente Mostra Internazionale del Cinema di Venezia, Perez. è un noir ben costruito, opera seconda di Edoardo De Angelis, che seppur non presenti niente di originale a livello di sceneggiatura, trova il suo punto di forza nell’interpretazione dei protagonisti

boxtrolls-le-scatole-magiche

The Boxtroll

Dai creatori di “Coraline” e “Paranorman”, un nuovo gioiello cinematografico in stop-motion sbarca al Lido per la gioia di grandi e piccini, The Boxtrolls diretto da Anthony Stacchi

La trattativa

La trattativa

L’Italia che è priva di coscienza civile, sabotata nei tentativi coraggiosi e non politicamente corretti di cercare la verità di vicende chiave della nostra democrazia, deve essere grata ad artisti come la Guzzanti che con il cinema alimentano la formazione e lo sviluppo di uno spirito critico

Take Five

Guido Lombardi è clamorosamente inciampato. Speriamo che si rialzerà con il prossimo lavoro, e che possa più propriamente emanciparsi dentro un cinema completamente libero ed esplorativo sia nell’occhio che nel racconto

Una promessa Leconte

Una promessa

Una storia d’amore e di morale, un film controcorrente e rivoluzionario. Patrice Leconte denuncia l’incapacità di sentimenti del mondo d’oggi

sin-city-una-donna-per-cui-uccidere

Sin City – Una donna per cui uccidere

Un 3D funzionale e che abbraccia lo spettatore rendendolo parte della narrazione è forse la vera e unica piacevole novità di questo secondo atto di “Sin City” che, nel complesso, risulta essere quasi una caricatura del primo lungometraggio

Posh

Posh

La regista danese Lone Scherfig, nota per “An Education”, ritorna al cinema con una nuova teen comedy dai toni drammatici, “Posh”, adattamento cinematografico dell’omonima e fortunata opera teatrale scritta e diretta da Laura Wade nel 2010.

Lucy

Lucy

Dissertare di filosofia e biologia tramite un film non è certo facile. Luc Besson ci ha provato e il risultato non è certo perfetto ma indiscutibilmente encomiabile

Resta anche domani

Resta anche domani (If I Stay)

L’amore, nel dramma della separazione, nella forma del dolore, dell’affetto, nel risentimento del rimpianto, nella rappresentazione più pura che possa esistere, ovvero quella adolescenziale. “Resta anche domani” chiamerà a raccolta le teenager di tutto il mondo alla visione di un dramma romantico con i fiocchi

anime_nere

Anime nere

“Anime nere” potrebbe essere la sorpresa della prossima stagione, il film uscirà il 18 Settembre nelle sale e rappresenta un esperimento coraggioso, validissimo, un vero e proprio thriller moderno ma ambientato in una terra vecchia dalle tradizioni antiche

Class Enemy

Il regista, non ancora trentenne, ha realizzato un film di grande maturità. Un film che non si dimentica facilmente e che ci fa porre domande sulle nostre presunte certezze di adulti, sulle nostre responsabilità di esseri umani

pasolini abel ferrara

Pasolini

Abel Ferrara è riuscito solo dopo molti anni da quando gli era nata la voglia e la necessità a dare forma filmica al suo Pasolini, essere che non poteva certo sfuggire al flusso onirico e visivo dissacrante e poetico di un grande cineasta e uomo pieno di tensioni inquiete quale Ferrara è

The look of silence

The look of silence

Seconda opera per il documentarista texano Oppenheimer, ma girato in realtà prima del suo folgorante esordio “The act of killing”, il film è dato già da ora come uno dei favoriti alla vittoria finale

Necropolis - La città dei morti

Necropolis – La città dei morti

Il film è un viaggio tra tenebre e tunnel dove lo spettatore, attraverso i protagonisti, è chiamato a vivere le paure più intime dell’essere umano: dalla fobia del buio, alla claustrofobia, fino al terrore del restare intrappolati

The giver - Il mondo di Jonas

The Giver – Il mondo di Jonas

Il film, diretto da Phillip Noyce e interpretato da Jeff Bridges, Brenton Thwaites, Meryl Streep, Alexander Skarsgård e Katie Holmes, è l’adattamento cinematografico del romanzo fantascientifico “The Giver – Il donatore” di Lois Lowry

Under_the_Skin

Under the Skin

Non si può certo dire che Under the Skin sia un brutto film. Diremo, per essere più precisi, che il terzo lavoro di Jonathan Glazer si presta particolarmente a diventare ciò che lo spettatore in esso vuol vedere

xenia

Pazza idea (Xenia)

“Una nuova odissea greca” recita il sottotitolo di “Pazza idea” (Xenia), il quarto lungometraggio del greco Panos H. Koutras, e ciò fa subito presagire l’importanza che la dimensione del viaggio e della ricerca riveste nel film

transformers 4 L'era dell'estinzione

Transformers 4 – L’era dell’estinzione

La svolta di Bay ha fatto sì che, malgrado la scontata oceanica lunghezza dei suoi film, stavolta anche lo spettatore un pochino più navigato non si irriti, bensì si diverta, grazie all’assenza del solito messaggio aggressivo di marca statunitense propugnato nei film precedenti. Per tale ragione ci sentiamo di affermare che questo episodio è il migliore tra i quattro apparsi sinora nelle sale

Design by Danile Imperiali
^ Back to Top