Andre Benjamin nei panni di Hendrix

Jimi: All Is by My Side

Il romanziere John Ridley porta sul grande schermo un ritratto del leggendario chitarrista di Seattle, interpretato dal cantante degli Outkast Andre 3000

Paddington a spasso per la metro di Londra

Paddington

Paddington è una commedia girata tra Costa Rica e Londra per la regia di Paul King nelle sale italiane dal 25 dicembre 2014.

white-god

White God

“White God” è stato presentato nella sezione Un Certain Regard aggiudicandosi con qualche sorpresa il premio principale. Il sesto film di Mundruczó è “un racconto ammonitorio sul rapporto tra le specie superiori e i loro disgraziati subalterni. Emarginato e tradito, il migliore amico dell’uomo si ribella al suo padrone…” .

il giovane protagonista in una scena del film

Il ragazzo invisibile

Esce nelle sale “Il ragazzo invisibile”, ovvero l’adolescenza secondo Gabriele Salvatores. Un fantasy senza effetti speciali, girato in una Trieste al naturale, ed un super-eroe dei nostri giorni che conquisteranno adulti e ragazzi.

Big-Eyes

Big Eyes

Scritto da Scott Alexander e Larry Karaszewski, gli stessi sceneggiatori di Ed Wood (ma anche di Man on the Moon e Larry Flynt), Big Eyes segna il ritorno alla regia di Tim Burton, dopo il film d’animazione in stop motion Frankenweenie, che abbandona, apparentemente, lo stile tipico delle sue pellicole per realizzare un’opera dove gli scenari dark e favolistici sembrano assenti.

Un amico molto speciale

Un amico molto speciale

Un film garbatamente diretto da Alexandre Coffre con Tahar Rahim, Victor Cabal nella parte di Antoine, Annelise Hesme e Michael Abiteboul. Bellissima la fotografia e simpatica la sceneggiatura di questo film, davvero per adulti e bambini, dove non s’indulge in sdolcinate immagini oleografiche, ma che riesce a tracciare una delicata vicenda che soddisfa occhio e sentimenti fino all’ultimo fotogramma.

Una scena tratta dal film di Peter Jackson

Lo Hobbit – La battaglia delle cinque armate

Lo Hobbit – La battaglia delle cinque armate è il capitolo finale della trasposizione cinematografica del romanzo Lo Hobbit realizzata da Peter Jackson. Girata nei paesaggi bucolici della Nuova Zelanda, la pellicola uscirà nelle sale italiane il 17 Dicembre 2014 distribuita da Warner Bros. Italia.

ogni-maledetto-natale-3-high_1_jpg_1400x0_crop_upscale_q85 (1)

Ogni maledetto Natale

Il trio di registi Giacomo Ciarrapico, Mattia Torre e Luca Vendruscolo porta al cinema Ogni maledetto natale, un film corale e dissacrante prodotto da Wildside e Rai Cinema

Gone-Girl-Ben-Affleck-Rosamund-Pike-Entertainment-Weekly-cover

L’amore bugiardo – Gone girl di David Fincher

Gone girl è probabilmente il thriller dell’anno. Grazie a due attori in stato di grazia, una regia da manuale e una sceneggiatura tutta da scoprire, è un film che merita di essere visto e apprezzato da tutti gli amanti del buon cinema

scemo

Scemo & + Scemo 2

Harry e Lloyd si ritrovano in una clinica psichiatrica a 20 anni dalle vicende del primo film. Insieme intraprenderanno, con un carro funebre di Fraida che lavora nell’impresa di onoranze funebri di famiglia, un lungo viaggio all’insegna delle loro demenziali avventure che li porterà a conoscere la presunta figlia di Harry che si chiama Penny avuta a sua insaputa e data in adozione 20 anni fa a un noto scienziato.

nick cave

20000 days on earth

Ian Forsyth e Jane Pollard mettono a nudo Nick Cave in un docu-fiction distribuito da Drafthouse Film, uscito nelle sale italiane il 2 dicembre

clip-4-neve-16390

Neve

Il film Neve di Stefano Incerti in sala dall’11 Dicembre è ambientato sull’Appennino abruzzese. Nel cast Roberto De Francesco, Esther Elisha e Massimiliano Gallo.

0

Pride

Teodora porta nelle sale italiane dall’11 dicembre, una scoppiettante commedia inglese – grande successo alla Quenzaine 2014 – sul lavoro, l’identità di genere e la solidarietà, condita da gag esilaranti e non scontate, scene di ballo travolgenti, musica anni ‘80 e un cast eccezionale

jimmy's hall

Jimmy’s hall

Jimmy’s hall è un film avvincente che non si vede con gli occhi, ma si fruisce con le viscere, che sconvolge e al contempo diverte ridicolizzando le mostruosità del pregiudizio umano, che allinea un pensiero radicale alimentando una coscienza e una presa di posizione, di fronte alla pretesa di un potere che governa sempre sull’ignoranza.

1_jpg_1400x0_crop_upscale_q85

Big Hero 6

I registi Don Hall e Chris Williams portano sullo schermo il nuovo prodotto Disney con l’intento di creare un film ricco di umorismo ed emozione in cui non mancano come ingrediente scene d’azione fumettistiche unite all’universo emotivo

Mommy

Mommy

Dolan è autore di un cinema olistico, coglie la complessità della settima arte fatta di frame in movimento, storie, personaggi e sonorità e lavora sull’assemblaggio armonico di ciascun elemento al fine di creare un’esperienza totale unitaria dove le singolarità diventano inseparabili

img7_jpg_1400x0_q85

The Perfect Husband

Nonostante “The Perfect Husband” avrebbe dovuto caratterizzare un po’ di più i suoi protagonisti la pellicola di Pavetto ha comunque dalla sua parte una buona dose di coraggio alla quale si aggiunge la totale assenza di presunzione di un regista che dimostra di saper usare non solo la macchina ma anche i tempi cinematografici

st-vincent

St. Vincent

Commedia nera che parla dritto al cuore, “St. Vincent” ci insegna come spesso i santi non siano figure altere e lontane che vegliano sulla nostra vita, ma anziani alcolizzati e volgari che con la loro amicizia ci aiutano a crescere ed a scoprire i nostri sentimenti

Magic in the moonlight

Magic in the Moonlight

A meno di un anno dall’uscita, arriva nelle sale italiane, dal 4 dicembre, la nuova commedia di Woody Allen, intitolata “Magic in the Moonlight”

wild-tales-ricardo-darin-in-una-scena-del-film-372040_jpg_1400x0_crop_upscale_q85

Storie Pazzesche

La commedia di Damiàn Szifròn, prodotta da Pedro Almodòvar in collaborazione con El Deseo, ci impone una riflessione tragicomica sulla realtà contemporanea

qui_01_jpg_1400x0_q85

Qui

La nuova onda, fertilissima, del documentario italiano, ci ha insegnato un nuovo modo d’intendere il termine e il genere, fatto di uso inventivo delle immagine, di grandi capacità narrative, di riflessione teoriche legate alla possibilità di reinventare il reale.E’ il caso di Qui, documentario di Daniele Gaglianone

Giorgio Pasotti e il piccolo Niccolò

Mio Papà

Lorenzo ha 35 anni e lavora come sommozzatore su una piattaforma petrolifera. Lavoro duro, di quelli da uomini tutti d’un pezzo. E nel suo mestiere Lorenzo è uno dei migliori. Alla sera, quando ne ha voglia, scende a terra. Lorenzo con le donne ci sa fare ma ha una regola, una notte e poi sparisce. Non si ferma a dormire, mai.

diplomacy-01

Diplomacy – Una notte per salvare Parigi

È la notte fra il 24 e il 25 e il 25 agosto 1944. Gli Alleati stanno per liberare Parigi, ma il Fuhrer ha deciso che distruggerà la città per punire “l’arroganza dei francesi che credono che sia già finita”. Le mine sono piazzate sotto Notre Dame, la torre Eiffel, il Louvre, l’Opera, l’Arco di Trionfo. Manca solo l’ordine definitivo affinché ponti, monumenti, stazioni saltino per aria, portando con sé circa 3 milioni di civili residenti nella Ville Lumière.

Trash-2014-Stephen-Daldry-39-932x621

Trash

Daldry colloca l’occhio della macchina da presa lontanissimo dal benessere occidentale passivo a cui siamo abituati, decidendo di raccontare una storia ai margini del mondo: nelle favelas brasiliane. Una storia vera. Il cuore, la trama e il significato del film girano tutti attorno a questi invisible children brasiliani: vivaci, coraggiosi, imprevedibili

these-final-hours

These Final Hours

“These Final Hours”, del giovane regista australiano Zak Hilditch non è il solito film sulla fine del mondo: si affrontano tematiche legate alla morte e all’amore, a poche ore dalla catastrofe e si assiste alla maturazione dei personaggi che andando incontro all’inevitabile finale

goodbye-to-language-heloise-godet-in-una-scena-del-film-370939_jpg_1400x0_q85

Adieu au langage – Addio al linguaggio

Ciò a cui assistiamo in “Adieu au langage” è la fine di ogni conciliazione, dunque anche la fine di ogni linguaggio (cinematografico, ma non solo) e quello di Godard altro non sembra che un ultimo (?), definitivo (?) congedo dal cinema stesso, da sé, dal mondo

Hunger Games

Hunger Games : Il canto della rivolta – Parte I

Jennifer Lawrence è attualmente la diva più amata ed ammirata, è facile parlare bene del suo lavoro e può sembrare ridondante, ma è così, questa attrice rasenta la perfezione più volte nell’arco del film, dipinge sul suo volto la realtà di una ragazza devastata dagli eventi, costretta a reagire e a lottare per coloro che ama

My old lady

My old lady

“My old lady” è un film da vedere, molto piacevole, coinvolgente e che restituisce un briciolo di speranza agli sfiduciati che si sentono, ormai, rottami arrivati al capo linea

Finding Happines

Finding Happiness – Vivere la felicità

“Finding Happiness” racconta attraverso gli occhi della protagonista la vera vita nelle comunità Ananada, facendo conoscere al pubblico il senso di fratellanza mondiale. Un film che è un viaggio, un’esperienza in grado di toccare e di entusiasmare

confusiefelici

Confusi e felici

Anche gli psicanalisti possono cadere in depressione! Lo sa bene Marcello (Claudio Bisio), psicanalista cialtrone e cinico, che un giorno decide di chiudersi in casa e mollare tutto.

Chi è Dayani Cristal?

Chi è Dayani Cristal?

Ci addentriamo in questo viaggio, in questi paesaggi e in questi occhi di tutte queste persone grazie al documentario “Chi è Dayani Cristal?”, ideato, diretto e vissuto in prima persona da Gael Garcia Bernal e Marc Silver.

Scusate se esisto!

Scusate se esisto!

Questa commedia ha una doppia sfaccettatura caricaturale/querelante con una straordinaria Paola Cortellesi, protagonista assoluta che, ancora una volta, mostra la sua innata capacità attoriale coinvolgente tanto da farla apparire come una di noi.

Deux Jours, Une Nuit

Due giorni, una notte

Performanti e concorrenti. Questi i due aggettivi del nuovo millennio che poggiano saldamente sullo squarcio aperto dall’ultima pellicola dei Dardenne: uno squarcio che i due cineasti esplorano con il solito minimalismo tecnico e il necessario rigore narrativo

Tre tocchi

Tre tocchi

Sei storie sono davvero troppo per un film di poco più di novanta minuti, e il lavoro di montaggio non riesce ad amalgamare in maniera armoniosa le vite dei protagonisti che gravitano intorno al mondo del cinema, del teatro, dello spettacolo

Sul vulcano

Sul vulcano

Gianfranco Pannone, noto regista di film documentari, e per aver firmato “Latina/Littoria” che vinse come miglior film documentario al Torino Film Festival del 2001, torna a dirigere un lungometraggio di stampo storico/antropologico

Design by Danile Imperiali
^ Back to Top