vedete, sono uno di voi

  • Anno: 2017
  • Durata: 76'
  • Distribuzione: Cinecittà Luce
  • Genere: Documentario
  • Nazionalita: Italia
  • Regia: Ermanno Olmi
  • Data di uscita: 16-March-2017

Prodotto da Istituto Luce Cinecittà con Rai Cinema, vedete, sono uno di voi è scritto da Ermanno Olmi e Marco Garzonio, giornalista, biografo e massimo esperto di Martini.

Sinossi

È la storia personale di un protagonista di questo nostro tempo. Accompagnati dalle sue parole, intessute da memorie visive, gli Autori ripercorrono accadimenti e atti dell’uomo Carlo Maria Martini per conoscere come questo importante rappresentante della Chiesa cattolica ha speso i giorni della sua vita rigorosamente fedele alla sua vocazione e ai suoi ideali

Recensione

L’ottantacinquenne Ermanno Olmi ha ritenuto doveroso rendere omaggio, con il documentario vedete, sono uno di voi, al cardinale Carlo Maria Martini

La spiritualità di Ermanno Olmi non è un mistero, ha sempre pervaso i suoi film, a partire da L’albero degli zoccoli (Palma d’oro al Festival di Cannes del 1978), film in cui, attraverso la fedele ricostruzione della vita contadina della campagna bergamasca alla fine dell’ottocento, veniva rievocato quel profondo sentimento religioso che animava uomini e donne tenuti insieme da una speranza mai davvero perduta.

Oppure nel recente Centochiodi, in cui il regista immaginava il ritorno del messia nelle campagne intorno al Po; insomma, nella cinematografia di Olmi (pensiamo anche a uno dei suoi ultimi documentari, Le rupi del vino, 2009) è spesso presente un realismo bucolico in cui la religione cattolica viene declinata sotto le sembianze di un animismo contadino – mai blasfemo – attraverso cui fare esperienza dell’essenza del culto, senza gli orpelli che l’istituzionalizzazione della Chiesa ha sempre comportato.

Fedele a questa sua inclinazione, l’ottantacinquenne Ermanno Olmi ha ritenuto doveroso rendere omaggio, con il documentario vedete, sono uno di voi (la prima lettera del titolo è volutamente minuscola) al cardinale Carlo Maria Martini, laddove  il prelato ha sempre dato senso agli smarrimenti e alle inquietudini della gente, che in lui ha visto l’autenticità della sua testimonianza e lo ha riconosciuto come un punto di riferimento per credenti e non. Uno spirito profetico che sapeva farsi interrogare dalla realtà storica, interpretandola alla luce del Vangelo. Un profeta di speranza, anticipatore di papa Francesco.

A coadiuvare Olmi in questa ricerca Marco Garzonio, il quale considerava Martini un uomo della stessa pasta di alcuni grandi Padri della Chiesa

A coadiuvare Olmi in questa ricerca Marco Garzonio, il quale considerava Martini un uomo della stessa pasta di alcuni grandi Padri della Chiesa e di mistici e mistiche che hanno assicurato alla cristianità la presenza continua del fuoco dello spirito, come Agostino, Gregorio Magno, San Giovanni della Croce, Santa Teresa d’Avila .

Carlo Maria Martini moriva il 31 Agosto del 2012 all’Alosianum di Gallarate, lasciando dietro di sé un grande vuoto; la sua eredità spirituale doveva essere in qualche modo raccolta per divenire testimonianza attraverso cui poter ripetere quell’esperienza di verità che solo la profondità di una fede attenta alle istanze provenienti dal corpo sociale poteva consentire.

Ermanno Olmi, mai domo, ci ha regalato un altro prezioso tassello di un fitto mosaico su cui si dipana il suo lungimirante sguardo

Ermanno Olmi, mai domo, ci ha regalato un altro prezioso tassello di un fitto mosaico su cui si dipana il suo lungimirante sguardo, invitandoci a riflettere su questioni mai risolte (per fortuna), che richiedono un impegno costante. La sua voce narrante ci culla, presentandoci il flusso d’immagini che scorre sullo schermo: si tratta, dunque, di rimanere in ascolto, di fare propria quell’eredità così ricca che tanta consolazione e speranza fornì a coloro che ebbero la fortuna di incontrare sulla propria strada un uomo della Provvidenza, quale fu Carlo Maria Martini.

Luca Biscontini

GUARDA IL TRAILER >>



Condividi