I Tre Volti della Paura (dvd)

I Tre Volti della Paura

Per chi conosce il valore di Mario Bava è quasi un tedio dover nominare il regista americano di Edward mani di forbice e tanti altri estimatori di riconosciuto calibro, per dare giusta dignità al miglior modulatore di immagini che il nostro paese abbia mai avuto. Tanto varrebbe dire che i Black Sabbath, la band seminale le cui musiche hanno fondato il concetto di tutto il metal moderno, hanno preso il loro nome da uno dei suoi film più importanti. Perchè è quello il titolo inglese de I tre volti della paura, film a episodi che per la sola definizione dovrebbe essere definito minore (nonostante nel periodo non fosse affatto una forma da trascurare), ma che in realtà è una delle vette più alte del cinema italiano. Della forza narrativa dell’opera di Bava si è fin troppo discusso, quindi guardiamo solo al “materiale cinema” che questo trittico di corti (perchè tali sono) è stato capace di dare. Se mai il linguaggio cinematografico dovesse prendere voce a sé stante, è proprio in quest’opera triplice che dà il suo lamento più diretto. Il tempo e l’attesa sono i messaggeri del terrore nella sua forma più intima e cinematografica, talmente cosciente di sé da guardare lo spettatore negli occhi per palesarsi nella sua metafisicità. Il dvd appaga totalmente per la copiosa quantità di inserti speciali, tra i quali numerose dichiarazioni del figlio, il regista horror Lamberto Bava, Luigi Cozzi, Cameron Mitchell, Carlo Rustichelli, nonché un numero notevole di featurette. Imperdibile.

Gianluigi Perrone

Scritto da il mag 14 2010. Registrato sotto EXTRA. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Commenta:

Publisher: Vincenzo Patanè Garsia | Ufficio stampa: Valentina Calabrese | Concept designer: Gianna Caratelli | Webmaster: Creazioni Web