“Io sono nata viaggiando”: Dacia Maraini – SenzaConfine

by

Questa sera alle 21.30, nell’ambito della rassegna SenzaConfine ospitata all’interno del centro culturale La Pelanda (Roma) e in collaborazione con Romefilmmarket, verrà proiettato il docu-film biografico interpretato da una delle più note scrittrici italiane contemporanee: Dacia Maraini.
Io sono nata viaggiando attraversa le tappe più importanti della vita di questa grande intellettuale, in un viaggio tanto fisico, reale e attuale, che segue la Maraini nelle sue ultime peregrinazioni tra i mercatini egiziani e ripercorre i momenti salienti di una vita travagliata e intensa, quanto mentale, interiore e intimistico, all’interno della sua memoria e dei suoi ricordi.

Innescando un suggestivo gioco di rimandi tra presente e passato, Irish Braschi costruisce un romanzo per immagini, dando vita a luoghi, volti, sentimenti e fatti storici che hanno contrassegnato la vita della scrittrice: dal primo viaggio compiuto con i genitori all’età di due anni per raggiungere il Giappone, alla prigionia nel campo di concentramento; dalle lotte politiche e femministe, alla perdita dolorosa di un figlio non ancora nato; dalla Sicilia del dopoguerra, ai viaggi leggendari per il mondo al fianco del compagno Alberto Moravia, dell’amico fraterno Pier Paolo Pasolini e della divina Maria Callas, che le hanno permesso di assistere in prima persona ad alcune tra le pagine più significative del ‘900.

“Io sono nata viaggiando. Il primo sapore che ho conosciuto, e di cui conservo la memoria, è il sapore del viaggio. Un gusto di bagagli appena aperti: naftalina, lucido da scarpe e quel profumo che impregnava i vestiti di mia madre in cui affondavo la faccia con delizia.”

La voce narrante di Maria Pia Di Meo, doppiatrice di celebri star del cinema internazionale come Meryl Streep, Jane Fonda, Audrey Hepburn e Julie Andrews, accompagna l’opera e i pensieri della scrittrice, che si dipanano in un racconto profondo e personale del suo lungo vissuto, arricchito da filmati storici dell’archivio dell’Istituto Luce a sottolineare il contensto storico, alternati a fotografie scattate dalla Maraini durante i suoi viaggi e ad alcuni inediti filmati Super8 girati dalla stessa autrice. Il film è arricchito dalla colonna sonora di Teho Teardo (David di Donatello 2009 per Il Divo).

Utlima modifica: 21 Novembre, 2014



Condividi