The Giver – Il mondo di Jonas

Anno: 2014

Distribuzione: Notorius

Durata: 97′

Genere: Drammatico

Nazionalità: USA

Regia:  Phillip Noyce

Data di uscita: 11 Settembre 2014

Una storia fantastica, giocata soprattutto sul filo della eleganza rappresentativa e della profondità dei sentimenti. La scena si apre in un mondo utopico, come se ne sono visti molti nella letteratura e nella filmografia di tutti i tempi. Un mondo dove, in nome della quieta armonia del vivere, i sentimenti sono banditi nella ricerca di una perfetta atarassia. Una veduta a volo d’uccello rivela una porzione di territorio circondata da nubi che, con le sue unità abitative perfette e integrate in ordinati giardini, comunica l’idea della serenità e dell’ordine. La monocromia del luogo però è il primo elemento inquietante. Gli abitanti di questo piccolo paradiso non sono in grado di percepire i colori che, con la loro potenza emotiva sono destabilizzanti e che dunque, come molte altre cose, sono stati banditi. La vita della comunità, sulla quale regna, come una sorta di regina, la algida e surreale Maryl Streep, è scandita in passaggi regolari di età e ruoli. Ma oltre ai sentimenti manca la memoria del passato e Jonas, il nostro giovane protagonista, è chiamato a divenirne il custode per la prossima generazione. Inizia un viaggio di conoscenza guidato dal tutore del sapere chiamato il “donatore” che  ha la capacità di ricordare il passato. Questo viaggio, vissuto in una vecchia biblioteca, lo porterà a scoprire le pieghe nascoste della presunta perfezione del vivere.

The giver - Il mondo di Jonas

Il film, diretto da Phillip Noyce  e interpretato da Jeff Bridges, Brenton Thwaites, Meryl Streep, Alexander Skarsgård e Katie Holmes, è l’adattamento cinematografico del romanzo fantascientifico The Giver – Il donatore di Lois Lowry . Particolarmente delicate le scene dove Jonas, un giovane diverso, riconosce in un neonato che gli somiglia, la propria particolarità e si impegna per salvarlo da un destino che sembra essere segnato. La  purissima relazione d’amore tra Jonas e una sua giovane amica è giocata attorno a una emblematica mela da giardino dell’Eden. Un frutto che diviene emblema e simbolo del superamento della sottomissione dell’uomo agli dei della quiete. Un momento di crescita che sfocia nella sfida agli anziani mediante la ricerca drammatica della conoscenza del bene e del male da rivelare a tutti.  La vicenda è comunque serenamente trattata. In realtà non è un film d’azione e non ci sono scene particolarmente violente se non nelle immagini del mondo reale che vengono vissute solo nella testa del protagonista. A differenza della maggior parte dei film di fantascienza dominati dagli effetti speciali,  la vicenda centrale di questo piccolo e quieto film potrebbe tranquillamente essere realizzata in un teatro con l’aiuto di una semplice Lanterna Magica.

Alessandra Cesselon

Utlima modifica: 29 Gennaio, 2015



Condividi