Valzer (dvd)

Valzer

Un unico piano sequenza che si snoda tra le scale, le stanze, i corridoi, le cucine di un grande albergo torinese dove, tra presente, passato, ricchi, poveri, emozione e corruzione, accadono molte cose contemporaneamente.

Questa, in sintesi, è la trama del lungometraggio di Salvatore Maira, autore di Donne in un giorno di festa (1993) e del film-documentario Le donne di San Giuliano (2004), il quale tira in ballo un insolito MaurizioRimini RiminiMicheli nel ruolo di un padre che, dopo tanti anni, torna sul posto per rivedere la figlia, guidato dalla giovane cameriera Assunta alias ValeriaLa febbreSolarino.

Accompagnato dal valzer della colonna sonora, quindi, il movimento della macchina da presa traccia un intuibile balletto che finisce in maniera inevitabile per incarnare le fattezze di un’allegoria politica relativa ai diversi livelli del potere, mentre conduce dai piani inferiori, nelle zone di servizio, a quelli superiori, tempio dei cinici ed avidi padroni del calcio.

Ed è in questo contesto che Maira, con un ottimo cast comprendente anche la Marina Rocco della fiction tv Tutti pazzi per amore, coinvolge le diverse brutture che affollano la società tricolore (e non solo) del terzo millennio, da calciopoli al business dei sexy calendari, passando per i reality show e la mania sfrenata del ricorso alla chirurgia estetica.

Una società che, in realtà tormentata della solitudine, diviene in fin dei conti la principale protagonista di un riuscito ed intelligente esperimento che non solo propone un ottimo esempio di fusione tra i tempi recitativi del teatro e la tecnica di ripresa cinematografica, ma appare in maniera evidente come un noir a tinte gialle dai toni tragici.

Con trailer, locandina originale e biofilmografie nella sezione riservata ai contenuti speciali, la quale, a differenza di quanto riportato sulla fascetta del dvd, non presenta alcun backstage.

Francesco Lomuscio

QUANTE STELLE DAI A QUESTO ARTICOLO?

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle

Condividi

Commenta:

Design by Danile Imperiali